A Cosenza, suda anche la capolista


GRUPPOVENA COSENZA-Bcc Net Castellana 0-3

Il Cosenza scende in campo con una formazione d'emergenza che vede Mazzuca al palleggio in diagonale con D'Alife, al centro l'esperienza di Spadafora e Piluso, schiacciatori Federico e D'Amico e Rizzuto nel ruolo di libero. Questa volta ad attendere i lupi, dall'altra parte della rete, c'è il Castellana Grotte, squadra che punta al salto di categoria e che nel suo rooster annovera giocatori del calibro di Cazzaniga, Barbone e l'ex Astarita. Come se ciò non bastasse, il Cosenza ha dovuto far fronte all'addio improvviso di Alessio Adamo che è stato come un fulmine a ciel sereno per la società di via Liceo. Con premesse del genere non era certo facile affrontare questo match ma la squadra di mister Fammelume, soprattutto per i primi due set, si è guadagnata il rispetto del forte avversario, facendo divertire il pubblico presente sugli spalti del PalaFerraro.
Il prossimo turno vedrà il Cosenza in trasferta a Latina per un altro scontro (sulla carta) proibitivo. Mister Fammelume spera di riuscire a recuperare in settimana i lungodegenti Guerrazzi e Andropoli, con l'intenzione di fare bella figura anche contro i pontini.



I Lupi lottano su ogni palla, ma Aversa è troppo forte.



VOLLEYBALL AVERSA-GRUPPOVENA COSENZA 3-0 (25-15/25-15/25/16)


Volleyball Aversa: Colarusso, Fasulo, Libraro, Santangelo, Di Tommaso,Cittadino, Fabi, Giacobelli, Grassano, Di Santi, Battista. All. Bosco

GRUPPOVENA COSENZA: Mazzuca, D'Alife, Piluso, Rizzuto, Adamo, Spadafora, D'Amico, Perri. All. Fammelume.

Il Cosenza è in formazione molto rimaneggiata a causa degli infortuni occorsi ad Andropoli e Guerrazzi, e a causa dell'indisponibilità di Persico e Federico ed è costretto a scendere in campo con Mazzuca in diagonale con d'Alife, Adamo e d'Amico, la coppia Piluso-Spadafora al centro e Rizzuto nel ruolo di libero; unico cambio in panchina Ciccio Perri. L'Aversa, formazione che punta al salto di categoria, si può permettere il lusso di far riposare tre titolari come Di Tommaso, Cittadino e Santangelo, schierando Colarusso-Fasulo, Fabi-Giacobelli, Libraro-Grassano e Battista. La partita ha inizio con il "Tutti giù per terra" evento promosso dall'UNICEF in ricordo dei bambini vittime del Mediterraneo, vittime della fuga per la libertà e alla ricerca di una vita migliore. Il primo set parte con Mazzuca al servizio, il quale infila un paio di battute in salto molto insidiose, ma è comunque l'Aversa guidata da un grande Libraro ad arrivare al primo timeout tecnico sull'8-5. Il Cosenza con un buon D'Amico rimane attaccato all'Aversa fino al 12-8 ma poi la maggiore caratura tecnica dei padroni di casa ha fatto il resto. Il secondo set fila via sulla scia del primo, mentre nel terzo, i lupi hanno uno scatto d'orgoglio e, guidati da Piluso e Spadafora, sono riusciti ad arrivare fino al 6-3 in proprio favore. Giocando punto a punto si giunge al 14-13 per i padroni di casa che grazie ad un filotto in battuta del centrale aversano Fabi creano il vuoto nella fragile ricezione rossoblu, facendo sì che il set si chiuda sul 25-16.
Il risultato però non deve ingannare, l'Aversa ha fatto il proprio dovere, ma i lupi hanno venduto cara la pelle, hanno lottato su ogni pallone mostrando i denti, mostrando una grinta e una voglia che non si vedevano da diverso tempo tra i ragazzi della GruppoVena. È evidente che il lavoro del subentrante Fammelume sta iniziando a dare i propri frutti.
Il prossimo appuntamento è fissato per giorno 21 febbraio, per il derby contro la Caffè Aiello in quel di Corigliano. Se i lupi riusciranno ad essere, finalmente, a ranghi completi, daranno sicuramente filo da torcere ai più quotati rossoneri.



Serie B1, Vittoria facile per la Gruppo Vena Cosenza che sbanca Brolo 0-3


ELETTROSUD VOLLEY BROLO - GRUPPO VENA COSENZA: 0-3 (16-25, 11-25, 19-25)

BROLO: Azzarà 4, Scaffidi, Mirenda 6, Di Luca, Guerrazzi 18, Vitanza 3, Ruggeri, Giglio, Bonina 4.
All.: Ferrara

COSENZA: Cannistrà 11, Aprea 1, Rizzuto, Civita 6, Fontana 12, Conti, Astarita 1, Piluso 6, Andropoli 3, Smiriglia 7, Testagrossa 10.
All.: Del Federico

Note: Spettatori presenti 100 circa

Un Cosenza con più niente da dire al campionato ha vita facile sul campo del Brolo, altra squadra praticamente già in vacanza. Un 3-0 esterno secco che non lascia recriminazioni ai padroni di casa, mai in partita, mentre fa aumentare i rimpianti in casa silana se si pensa alle tantissime occasioni gettate alle ortiche durante il corso della stagione. La cronaca del match è bella e fatta. Il primo set ha visto sin da subito la Gruppo Vena prendere in mano la situazione con Cannistrà e Fontana sugli scudi, ma anche con un Andropoli in buona forma. Dall'altra parte a mettersi in mostra il giovane Guerrazzi, giocatore in prestito al Brolo proprio dalla società cosentina. Prospetto interessante che ha fatto vedere delle qualità davvero interessanti che fanno ben sperare per il futuro. Nonostante Guerrazzi però, Brolo molla 15-25 il primo set. Il secondo parziale vede in campo capitan Piluso per Smiriglia ed anche lui mette a referto i suoi punti. La partita è a senso unico ed il set si chiude velocemente 11-25. Nella terza frazione i padroni di casa siciliani provano a dare filo da torcere ai ragazzi della Gruppo Vena, riuscendo a tenere fino al 14-16, ma la rimonta si ferma qui. Cosenza riordina le idee e porta a casa anche il terzo e decisivo set per 19-25.



Serie B1, brutta sconfitta per la Gruppo Vena Cosenza in quel di Gela


Meic Service Gela - Gruppo Vena Cosenza: 3-1 (25-20, 25-19, 19-25, 25-22)

GELA: Bocchieri, Testagrossa 6, Torre 1, Brigandì, Lombardo, Manulov 7, Crinò 1, Caci 13, De Rosas 7, Roberti 19.
All.: Marano

COSENZA: Andropoli 2, Cannistrà 22, Conti 5, Smiriglia 5, Astarita 9, Zito, Galabinov, Aprea 4, Civita, Testagrossa, Fontana 7.
All.: Del Federico

Note: 250 Spettatori presenti. A metà del quarto set gioco interrotto per il continuo suono di una sirena di sicurezza.

La trasferta di Gela si conclude senza soddisfazioni per la Gruppo Vena Cosenza che fa ritorno a casa senza punti e l'ennesima brutta figura di un campionato davvero deludente. I rossoblu scendono in campo al PalaLivatino con scarsa concentrazione e il primo set viene conquistato dagli avversari senza opporre alcuna resistenza. I parziali di 8-4,16-12 e 19-15 non lasciano scampo ed il set si conclude sul 25-20. Va detto che Del Federico ancora una volta aveva provato a cambiare le carte in tavola con un sestetto iniziale che ha visto Andropoli, Cannistrà, Conti, Smiriglia, Astarita e Zito, con Galabinov costretto alla panchina per un problema alla schiena, ma non è servito. Al cambio campo il coach della Gruppo Vena striglia i suoi uomini che alla ripresa del gioco approcciano gli avversari con grinta diversa ma è solo un fuoco di paglia. I calabresi non riescono mai a creare problemi agli avversari siciliani se non con Conti, il migliore del Cosenza insieme a Cannistrà. Ma due soli uomini non bastano e Gela nella parte finale del set con maggior freddezza e determinazione chiude il parziale sul 25-19.
A questo punto il 3° set ha lo stesso andamento del precedente ma con una differenza; pur giocando male Cosenza si tiene sempre avanti, 8-4, 10-5, 19-12, riuscendo a prolungare il match grazie al 20-25 per i ragazzi di Del Federico.
La squadra cosentina a le prova tutte per tornare in partita e giocarsi il tie break e ci riesce fino al 16-15, prima che una lunga interruzione, per una sirena che stranamente si è messa a suonare interrompendo gioco e ritmo della Gruppo Vena, rimettesse in gara i padroni di casa. Da questo momento in poi è solo una rimonta di Gela che chiude 25-22 set ed incontro. Per i silani un'altra occasione sprecata ed una sconfitta che lascia e non poco, l'amaro in bocca.

Ufficio Stampa Cosenza Pallavolo



Vittoria sofferta al tie break per la Gruppo Vena Cosenza sul Club Italia


Gruppo Vena Cosenza – Club Italia: 3-2 (25-23, 25-15, 22-25, 22-25, 15-10)
Cosenza: Cannistrà 22, Aprea, Conti 12, Astarita 13, Andropoli, Smiriglia 12, Galabinov 5, Zito, Testagrossa.
All.: Del Federico
Club Italia: Zoppellari 1, Zonca 3, Raffaelli 9, Pistolesi 2, Esposito 4, Della Volpe 17, Argenta 24, Biglino 11, Battista.
All.: Totire

Note: Spettatori presenti 200 circa

Doveva essere la partita del riscatto e la Gruppo Vena Cosenza ha mantenuto le aspettative dei tifosi presenti al Pala Ferraro per assistere al match contro il Club Italia. Dopo la brutta figura di sette giorni fa a Cinquefrondi, mister Del Federico ha mandato in campo lo stesso sestetto che aveva cominciato contro i reggini, mostrando anche una buona capacità realizzativa, ma per aver ragione dei laziali, è stato necessario arrivare al quinto set e sprecare così un’occasione d’oro per portare a casa l’intera posta in palio.Inizia in salita la partita della Pallavolo Cosenza che non entra subito nel clima della sfida e lascia agli ospiti la possibilità di stare sempre in vantaggio (6-8) ma dopo un periodo di sbandamento i silani si riprendono alla grande rimontando i quotati avversari e chiudeno a proprio favore la prima frazione con il punteggio di 25-23. Nel secondo set cambia la musica per gli uomini di Del Federico che riescono a tenersi in vantaggio e a fermare la reazione laziale, quasi mai veramente pericolosa. Così, sia il primo, che il secondo tempo, è per Astarita e compagni che riescono poi a chiudere il set con un secco 25-15 che fa impazzire i circa 200 tifosi rossoblu. Nel terzo set i si presenta nuovamente lo spettro della svantaggio per i cosentini che sono sotto di due lunghezze (14-16). Il Club Italia dal secondo tempo tecnico riesce ad incrementare il vantaggio, Cosenza non ci sta e recupera, ma non basta. I soliti errori e la solita presunzione costano caro agli uomini di Del Federico che cedono 22-25. L’inizio del quarto set è sempre in parità, con la Gruppo Vena che cerca di chiudere il match, ma dall’altra parte c’è una formazione con qualità e soprattutto, una ritrovata convinzione nei propri mezzi, tanto che i laziali non si lasciano scappare l’occasione di aggiudicarsi il set 22-25 e andare a giocarsi così il tutto per tutto al tie break.
Qui Cosenza sembra ritrovare lo spirito perso nei precedenti due periodi e riesce a mantenere il Club Italia a distanza (6-3, 8-5) e dopo una lunga battaglia e molti errori dei laziali, aggiudicarsi il quinto e decisivo set 15-10. La Gruppo Vena conquista così due punti che smuovono la classifica ma le recriminazioni sono davvero tantissime. In questa stagione i punti gettati alle ortiche sono stati veramente tanti.



Serie B1: Un Cosenza nervoso cede il derby al Volley Cinquefrondi per 3-2


BCC Cinquefrondi Reggio Calabria - Gruppo Vena Cosenza: 3-2 (23-25, 27-25, 25-20,18-25,15-12)

Cinquefrondi: Burriesci, Davoli, Blanco 6, Concolino, Ritacco 1, Scopelliti 7, Palmeri 14, Boscaini 14, Cimino 4, Di Pasquale 24, Mariella, Calligaro, Piedepalumbo 3.
All.: Polimeni

Cosenza: Andropoli 1, Cannistrà 25, Smiriglia 12, Conti 7, Galabinov 19, Astarita 13, Zito (L), Aprea, Rizzuto, Civita, Fontana, Piluso.
All.: Del Federico

Note: Spettatori presenti 150 circa, espulsi Aprea e Andropoli (CS)

Un Cosenza nervoso perde il derby calabrese con la Volley Cinquefrondi in una trasferta che si è confermata difficile ed ha messo in mostra i limiti di una squadra che non riesce a trovare continuità di risultati e soprattutto calma.
Che non sarebbe stata una partita come le altre lo si è capito sin dal sestetto di partneza mandato in campo da Del Federico, il quale ha stravolto la formazione scegliendo da subito Andropoli, Cannistrà, Smiriglia, Conti e Galabinov, con il buon Zito libero.
Le scelte anche se azzardate hanno però dato i loro frutti tanto che la Gruppo Vena impone subito il proprio ritmo (7-8) ma senza riuscire però a staccare gli avversari tenaci e costanti nel rispondere ai colpi di Conti e soci. L'equilibrio regna sovrano per tutta la durata del primo parziale 15-16, 22-23, 23-23, fino a che un paio di giocate cosentine, fanno pendere la bilancia dalla parte degli ospiti che portano a casa il primo set 23-25.
Il secondo set comincia con Cosenza ancora più determinata ed un Cinquefrondi che sembra aver accusato il colpo, 3-8 e un pesante 4-11 sono i parziali che spezzano la frazione, almeno fino al 12-16, poi i silani calano di concentrazione e permettono alla BCC di rientrare ed avvicinarsi fino al 18-20. Da qui il match cambia con Blanco e compagni che rimontano e superano 24-23 la Gruppo Vena, che ha comunque un sussulto (25-25) ma non basta perchè sono i reggini ad aggiudicarsi il set con il punteggio di 27-25.
Il terzo periodo comincia con la BCC avanti 8-5, trascinata da un buon Scopelliti e da un entusiasmo ritrovato. Di contro Astarita e soci sembrano aver subito il colpo e quindi mister Del Federico decide di sostituire chi è sembrato giù di corda. Cosenza si riporta sotto fino al 12-12 ma è solo un falso segnale perchè da qui in poi succede di tutto. I reggini allungano 21-18 ed i cosentini perdono la testa con Aprea e Andropoli che si beccano due cartellini rossi, pregiudicando il resto del match ai loro compagni di squadra che mollano 25-20 il set.
Nel quarto parziale nonostante le espulsioni Cosenza trova una reazione e combattendo come non fatto prima riesce a pareggiare il conto con un secco 18-25.
Si va quindi al tie break ma causa la stanchezza e alcune decisioni discutibili degli arbitri, la Gruppo Vena Cosenza deve alzare bandiera bianca con il punteggio di 15-12.



Serie B1: Niente da fare per la Gruppo Vena Cosenza che cede in casa 1-3 al Lagonegro


Gruppo Vena Cosenza - Volley Lagonegro: 1-3 (26-28, 26-24, 23-25, 17-25)

Cosenza: Cannistrà 21, Aprea, Civita 1, Fontana, Conti, Astarita 12, Piluso, Andropoli 2, Smiriglia 7, Galabinov 12, Testagrossa 10.

All.: Del Federico

Lagonegro: Turano 8, Maiorana, Rigoni 17, Salomone, Parisi 2, Toma 20, Mille, Cubito 10, Valla 9, Peluso.

All.: Falabella

Note: Spettatori presenti 200 circa

Match equilibrato ed emozionante quello che si è disputato al Pala Ferraro e che ha visto di fronte due squadre che si giocavano le vere ultime possibilità di sperare nei play off.  Gruppo Vena Cosenza e Lagonegro non si sono risparmiate regalando agli spettatori presenti spettacolo e belle giocate, ma alla fine a sorridere non sono stati supporters rossoblu, bensì la compagine ospite che ha espugnato il palazzetto calabrese con un meritato 1-3.

Botta e risposta in avvio di gara: Si procede di punto in punto sia nella prima che nella seconda sosta obbligatoria, ma poi nel finale sul 22-20 il guizzo del Lagonegro risulta vincente e permette ai lucani di aggiudicarsi il set 26-28. La formazione ospite inizia il secondo set con un’altra testa: Sia nel primo che nel secondo tempo tecnico, i lagonegresi sono in svantaggio. Sul 20-17 però il gioco sembra volgere per i lucani che recuperano e trovano il pareggio sul 21-21. Si procede di punto in punto e servono i vantaggi per chiudere il set che questa volta è ad appannaggio della Gruppo Vena Cosenza 26-24, che riporta così la partita in  parità. La grinta difensiva degli uomini di Del Federico risulta decisiva nel finale.

Ritorna nuovamente l’equilibrio in campo nel terzo set. Cannistrà e soci cominciano bene allungando prima 13-9 e poi 16-12, ma dopo il pareggio sul ventesimo punto il Lagonegro trova il sorpasso. La formazione biancorossa ingrana la marcia giusta e cammina spedita fino al 23-25 finale del set. Non ci sta a chiudere la gara la squadra di Del Federico, che entra nel quarto set con un aggressività maggiore. In pochi minuti cancella quanto fatto nell’ultima mezz’ora e sale in cattedra ma senza riuscire a staccare gli avversari che non mollano un centimetro ed infatti, continuando a metter giù palle decisive, la Fresco Lagonegro si porta sul 10-15 dando ben poche speranze ai lupi cosentini. Nonostante i cambi provati dall'allenatore di casa ed un super Cannistrà la musica però non cambia. Purtroppo i regazzi della Gruppo Vena tirano i remi in barca e finiscono per perdere 17-25, mollando set ed incontro e forse, l'ultima speranza di agguantare i play off.



Serie B1: Niente da fare per la Gruppo Vena Cosenza sconfitta a Latina 3-1


Hydra Volley Latina  - Gruppo Vena Cosenza: 3-1 (25-17, 28-30, 25-17, 25-23.)

Latina: Bigarelli 11, Rossini, Calcabrini, Bacci 3, Razzetto 7, Fortunato 14, Biribanti 15, Saglimbene, Baldasseroni 12. All.: Spanakis

Cosenza: Cannistrà 17, Aprea 2, Civita, Fontana, Conti, Astarita 16, Piluso, Andropoli 1, Smiriglia 6, Galabinov 7, Testagrossa 6, Zito. All.: Del Federico

Arbitri: Mario Bianca e Bonafiglia Barbara

Note: Spettatori presenti 100 circa

Niente da fare per la Gruppo Vena Cosenza contro l'Hydra Volley Latina che fa sua una partita bella, emozionante e piena di colpi di scena. Con pieno merito vince la squadra che ha sbagliato meno e voluto di più questa vittoria in un match comunque combattuto da due ottime formazioni.

Partita equilibrata dicevamo, soprattutto nelle prime fasi, con le squadre che hanno cercato di imporre il proprio gioco vista la posta in palio. Pochi gli scambi spettacolari almeno fino al 7-7 ma poi è arrivato il sorpasso dei padroni di casa 12-9.  I ragazzi di mister Del Federico non trovano soluzioni in battuta commettendo qualche errore, cosa che permette all'Hydra di allungare fino al 19-13. Entra Aprea per Andropoli, ma la musica non cambia e Cosenza cede il primo parziale 25-17. Secondo set e stessa storia, equilibrio rispettato nei cambi palla da entrambi i sestetti, 12-11, 16-15, le squadre, in piena trance agonistica, non si risparmiano ed il 19-19 a cui arrivano fa capire come il match sia combattuto. Ma al rientro da un time out, Galabinov e soci sembravano come trasformati, buttando in campo ogni energia e e involandosi a conquistare un meritatissimo secondo set ai vantaggi con un pesantissimo 28-30.

Nel terzo set  l’inizio vede l'Hydra che si porta sull’8 a 6. Cosenza  inizia a ricevere non bene e manda gli avversari sul 16-9 ipotecando di fatto il set che chiudono a loro favore 25-17. Una frazione che ha visto fare un passo indietro ad Astarita e soci, che forse hanno anche pagato lo sforzo profuso nel 28-30 precedente. 

Quarto parziale e altra partita, non ci sono attimi di respiro, si combatte sempre, Hydra guida di poco 11-10 e 12-10 ma gioca meglio e soprattutto fa meno errori portandosi al 16-13. Evidentemente Cosenza paga in fatto di energie l’enorme sforzo fatto durante il recupero nel secondo set, commettendo diversi errori e cedendo sotto i colpi di Biribanti e Razzetto che passano sistematicamente. Il divario aumenta punto dopo punto, portando i pontini a chiudere sul 25-23. Un'occasione persa per i ragazzi del presidente Amato, perchè vincendo ci sarebbe stata la possibilità di dare uno scossone alla classifica oltre che candidarsi seriamente per un posto nei playoff. Invece ora è tutto da rifare, ancora una volta.




Torna in campo dopo la sosta la Gruppo Vena Cosenza, a Latina per sognare i playoff


Vincere o dire addio ai sogni di gloria, è molto semplice. Sicuramente saranno state queste le parole che il presidente Amato e la dirigenza tutta, hanno rivolto in questa settimana ai ragazzi della Gruppo Vena Cosenza. Sabato infatti, si torna in campo dopo la sosta durata ben 14 giorni e l'avversario che i silani avranno di fronte non è un avversario qualsiasi, ma Hydra Latina, compagine che insegue a 4 punti di distacco, ma che nelle sue fila annovera nomi di tutto rispetto come Biribanti, Baldasseroni, Bacci e Fortunato, tutta gente che ha militato nella massima serie. Horacio Del Federico ha lavorato intensamente sia sotto l'aspetto fisico che mentale dei suoi ragazzi, perchè vincere avrebbe un sapore, si particolare, ma soprattutto, permetterebbe alla Pallavolo Cosenza di staccare i diretti concorrenti come Lagonegro, che osserverà il suo turno di riposo e avvicinarsi a chi, per il momento sta davanti. E' il caso di Gela e Civita, rispettivamente terza e prima, che si affronteranno in uno scontro diretto che si preannuncia caldissimo. Insomma, gli spunti d'interesse per una giornata tutta da seguire non mancano, come non mancheranno gli stimoli ad Astarita e soci per far loro il match di sabato pomeriggio alle 18.30 in quel di Latina.



Serie B1, Gir. C: Secco 3-0 esterno per la Gruppo Vena Cosenza sul Martina Franca


Pallavolo Martina Franca - Gruppo Vena Cosenza: 0-3 (19-25, 13-25, 17-25)

Martina Franca: Petronella, Pepe (L), Massafra, Siena 5, Logroio 4, Ceppaglia 4, Palumbo 6, D'Amicis 1, Fortunato, Lospalluto 3.
All.: Panessa

Cosenza: Cannistrà 16, Aprea, Rizzuto (L), Civita 4, Fontana 8, Conti 2, Astarita 1, Piluso 2, Andropoli, Smiriglia 6, Galabinov 6, Zito (L), Testagrossa 3.
All.: Del Federico


Note: 150 spettatori presenti

Martina Franca (TA) - Nessun problema per la Gruppo Vena Cosenza contro la cenerentola Martina Franca. A parte qualche piccolo abbassamento dei livelli di gioco in qualche fase del match, davvero vita facile per la squadra di coach Del Federico che incassa la seconda vittoria esterna di questo campionato. Senza nessun ostacolo i silani ad inizio partita; fin troppo facile l’approccio alla gara, con Galabinov mattatore sia in attacco che a muro. Unica nota stonata, l'infortunio ad Astarita che sul 17-20 ha dovuto lasciare il terreno di gioco per un problema al pollice, al suo posto Fontana che contribuisce comunque a chiudere il primo set sul 19-25
Nel 2° parziale Del Federico, vista la differenza di valori in campo, comincia a far girare la sua formazione con vari cambi. Dentro Andropoli ed il capitano Piluso e Cosenza che domina senza alcun problema, 10-18 con una serie di belle giocate. Martina Franca prova a contrastare gli ospiti ma senza riuscirci e la Gruppo Vena porta a casa anche il secondo set con un netto 13-25.
Nel terzo set la musica non cambia, sempre Cosenza a comandare il gioco, 9-7 al 1° time out tecnico; ormai non c’è più partita. I calabresi spingono sull’acceleratore, Andropoli è scatenato e viene dato spazio a Civita, Rizzuto, Fontana e Conti che danno il loro contributo creando il vuoto, 21-15, tra loro e gli avversari ormai alle corde. Senza altre particolari emozioni i ragazzi della Gruppo Vena vanno a chiudere con agilità sul 25-18, conquistando tre punti, dimostrando di essere in un buono stato di forma e pronti al big match del 21 marzo contro il Latina.



Serie B1: Torna in campo dopo la lunga sosta la Gruppo Vena Cosenza in quel di Martina Franca


Dopo una lunga sosta ed un turno di riposo, il campionato della Gruppo Vena Cosenza riprende. Il sestetto di mister Del Federico torna a giocare in trasferta e lo fa sul campo del fanalino di coda  Martina Franca. Due settimane di stop sono tante e potrebbero aver intaccato la condizione psico fisica del gruppo cosentino che ha comunque cercato di tenere alta la tensione, disputando allenamenti mirati ed un'amichevole con la Caffè Aiello Corigliano. Il gruppo si presenta a questo appuntamento al gran completo e con l'intenzione di non commettere passi falsi, anzi. Battere l'ultima della classe è necessario per poter arrivare alla sfida del 21 Marzo contro lo squadrone Latina, con 3 punti in più in classifica e carichi al punto giusto. "Dobbiamo vincere perchè non abbiamo altra scelta - dice il Direttore Sportivo Teri Zuccotti - e perchè la settimana prossima ci aspetta una partita con la P maiuscola. La squadra ha approfittato della sosta per ricaricare le pile e per cercare di recuparare qualche giocatore reduce da infortunio, ma naturalmente l'intensità non è calata e domenica sappiamo bene che dovremo sudare per portare a casa  i tre punti per poi giocarcela alla grande con il Latina".



Serie B1 Gir C: Primo successo esterno per la Gruppo Vena Cosenza per 3-0 a Potenza


Virtus Potenza - Gruppo Vena Cosenza: 0-3 (19-25, 20-25, 23-25)

Virtus Potenza: Di Nucci (L), Patitucci 1, Carelli 11, Brienza, Ranieri 8, Kutzenov 8, Illuzzi 2, Granito 7
All.: Luca Nuzzo

Gruppo Vena Cosenza: Cannistrà 17, Aprea 3, Fontana 2, Astarita 12, Smiriglia 10, Galabinov 3, Zito (L), Testagrossa 9.
All.: Horacio Del Federico

Note: Spettatori presenti 200 circa



Potenza - Prima vittoria esterna per la Gruppo Vena Cosenza che, dopo il successo di una settimana fa contro la capolista Civita, si ripete in terra lucana. Vittima di turno la Virtus Potenza, squadra giovane che ha cercato di tenere testa ai calabresi ma che alla fine ha dovuto cedere per 3 set a 0.
Cosenza ha iniziato il match senza Galabinov in sestetto per scelta tecnica di Horacio Del Federico il quale ha deciso di affidarsi dai primi minuti ad Aprea, Cannistrà, Testagrossa, Smiriglia, Fontana e Astarita con Zito libero. Nonostante l'assenza dell'ultimo colpo di mercato del duo Amato-Zuccotti, la formazione rossoblu ha giocato sin dalle battute iniziali molto bene, prendendo in mano le redini del gioco e rischiando pochissimo, tanto da chiudere il primo set a proprio favore con il punteggio di 19-25. Rientrato Galabinov tra i titolari, il secondo parziale inizia sulla falsa riga del primo e cioè con la Gruppo Vena che si porta subito avanti (7-8) tenendo a debita dstanza i lucani (12-16) con il susseguirsi delle giocate e mostrando una netta superiorità sia dal punto di vista tecnico che del gioco. Una differenza che permette di aggiudicarsi il set per 20-25.
Scossi nell'orgoglio e approfittando di una Cosenza Pallavolo colta dalle solite amnesie, la Virtus Potenza cerca di rientrare in partita con un inizio di terzo set veemente tanto da condurre in più di un'occasione (8-5, 16-12). A questo punto Del Federico richiama i suoi all'ordine e cerca di mischiare le carte per tentare di rimettere la gara sui binari giusti e di fatti, grazie ad una serie di giocate importanti messe a segno da Astarita e Cannistrà, Cosenza si rimette con il naso avanti e chiude il match 23-25 con un secco 0-3. Un successo importante che ha mostrato una squadra in salute, ma soprattutto ha portato i primi punti esterni di una stagione che si preannuncia ancora lunga e probabilmente ricca di sorprese.



Serie B1M, 12^ Giorn. La Gruppo Vena Cosenza batte la capolista Civita al tie break


Gruppo Vena Cosenza - Civita Castellana: 3-2 (15-25, 25-18, 25-20, 20-25, 15-9)

Cosenza: Cannistrà 10, Aprea 2, Spadafora, Rizzuto, Civita, Fontana, Conti, Astarita 20, Piluso, Andropoli 1, Smiriglia 6, Galabinov 16, Zito (L), Testagrossa 11.
All.: Del Federico

Castellana: Mariani, Testalepre, Sorgente (L), Carloni 2, De Luca 14, Marinelli 13, Rau 5, Figliolia 7, De Matteis 6, Di Tommaso, De Blasio, Ferraro 6.
All.: Spanakis

Arbitri:

Note: 300 spettatori presenti

Cosenza- Termina al tie-break il big match della 12^ giornata di serie B1M girone C tra Ceramica Globo Civita Castellana e Gruppo Vena Cosenza. In un Pala Ferraro carico come non mai finisce 3-2 per i rossoblù la “battaglia” contro la capolista. Una vittoria che consente alla compagine di mister Del Federico di rilanciarsi in classifica e posizionarsi al quinto posto. La gara inizia con la Ceramica Globo che parte con il piede giusto portandosi subito avanti e con il Cosenza che tiene fino al punteggio di 11-9, poi però la Civita Castellana inizia a macinare gioco e trova l’allungo sul 9-16, un segnalo chiaro che si conferma nel risultato finale del primo set, un 15-25 che dice tutto.
Nel secondo set riparte bene la Gruppo Vena Cosenza, ma con Civita sempre alle costole. Poi i padroni di casa allungano portandosi sull’8-3 e il set procede con i rossoblù avanti di 4 punti fino al 20-16. Poi grazie ad una serie di belle giocate in battuta di Testagrossa e Astarita si arriva al 25-18 che riporta il conto dei set in parità.
Dal terzo set il match procede con più equilibrio. Dopo una partenza vivace della Ceramica Globo Civita Castellana, la squadra di Del Federico rientra in partita e riprende in mano la situazione. I padroni di casa cominciano a macinare gioco, ma Civita non è per niente intenzionata a lasciare spazio ai rossoblù. Si arriva al 22-17 poi è la Ceramica Globo ad imporsi e a riprendere il comando del gioco, ma i rossoblù cosentini avanzano mantenendo un discreto vantaggio sugli ospiti fino a chiudere il set 25-20 con un muro di Astarita. Situazione inversa nel quarto set.
Dopo una buona partenza della formazione di casa, è Civita a muovere le redini del gioco con la Gruppo Vena sempre alle costole. I padroni di casa inseguono gli ospiti fino al 7-10 poi si arriva al 11-16, ma Castellana non molla ed approfittando delle solite amnesie del Cosenza chiude a suo favore il quarto parziale con il punteggio di 20-25.
Si arriva dunque al tie break. Il clima al Pala Ferraro si fa rovente e la stanchezza inizia a farsi sentire. Ed è proprio in questa fase che i rossoblù dimostrano lucidità e determinazione per avere ragione di un avversario duro e difficile da piegare.
Le due formazioni si fronteggiano punto su punto fino al 4 pari, poi la Gruppo Vena Cosenza avanza fino al 12-7. Civita non recupera e si arriva al 15-9 finale che regala un successo prestigioso e si spera determinante per le convinzioni di un Cosenza che ha ancora tanto da dire in questo campionato di serie B1.
Da sottolineare le buone prove di Testagrossa, Galabinov e Andropoli oltre che i soliti Astarita e Aprea. Un collettivo che finalmente ha funzionato mostrando tutto il suo potenziale contro un avversario di prestigio e valore tecnico.



Volley: Serie B1, la Gruppo Vena Cosenza pronta ad ospitare la capolista Civita al Pala Ferraro


Torna in campo dopo la sosta la Gruppo Vena Cosenza che al Pala Ferraro si prepara ad ospitare la capolista Civita Castellana. Una partita che sulla carta e visto il risultato dell’andata, potrebbe far pensare ad un esito scontato a favore dei primi della classe, ma in realtà non è così. Il sestetto di mister Spanakis si presenta forte non solo del ruolo di leader del girone, ma anche con la consapevolezza di avere tra le sue fila giocatori del calibro di Tommaso in regia, De Luca opposto, Marinelli e l’ex Figliolia di banda più Rau e Ferraro temibili centrali. Dal canto loro i ragazzi di Del Federico hanno cercato, in questa settimana di riposo, di recuperare la forma, sembrata un pò scemata nelle ultime uscite, ma soprattutto recuperare mentalmente per affrontare una sfida che molti danno dall’esito scontato. Astarita e soci però, non ci stanno a fare da vittima sacrificale ed in allenamento hanno mostrato una carica che fa ben sperare per la sfida di domenica sera alle 18. Un’occasione questa,  per la Gruppo Vena Cosenza, di capire se fino alla fine ci sarà anche lei per un posto che conta oppure no.



Serie B, Gir. C: La Gruppo Vena Cosenza passeggia per 3-0 su un giovane Brolo


Gruppo Vena Cosenza - Volley Brolo Elettrosud: 3-0 (25-15, 25-13, 25-19)

Cosenza: Cannistrà 8, Aprea 1, Civita 4, Fontana 12, Conti 4, Astarita 5, Piluso 3, Andropoli 1, Rizzuto (L2), Spadafora, Zito (L), Testagrossa 17.
Allenatore: Del Federico

Brolo: Azzarà 7, Bonina 6, Colloca 3, Di Luca, Guerrazzi 4, Mirenda 3, Ruggeri,Vitanza 3, Scaffidi (L).
Allenatore: Ferrara

Arbitri: Rossi di Napoli e Sorrentino di Salerno.

Note: Spettatori presenti 300 circa.

Cosenza - Come da pronostico la Gruppo Vena Cosenza batte il Brolo davanti al pubblico amico del Pala Ferraro ed incassa i tre punti. Nulla hanno potuto i ragazzi di Ferrara contro un avversario palesemente superiore, ma nonostante ciò i brolesi, con in campo numerosi giovani, non si sono mai dati per vinti in partenza e nelle fasi iniziali di ogni set, dando filo da torcere ai cosentini, privi di Galabinov e Smiriglia mandati in tribuna per scelta societaria.
Nel primo set inizio sprint dei siciliani i quali tengono bene il campo grazie anche agli errori in battuta dei silani che comunque reagiscono prontamente e con il procedere del set scavano un solco irrecuperabile chiudendo sul 25-15.
Il secondo parziale si apre con lo stesso andamento del set precedente con i bianco/blu che riescono a mantenere le distanze (8-6, 11-8). Dopo un time out chiamato da Del Federico e grazie alle belle giocate di un super Cannistrà i ragazzi della Gruppo Vena fanno prevalere la loro maggiore esperienza e prontamente ampliano il punteggio staccando gli avversari in maniera definitiva e chiudendo 25-13.
Nel terzo set il parziale si presenta più equilibrato e combattuto con i molti giovani brolesi in campo che lottano punto a punto tanto da riuscire a portarsi avanti per la prima volta nella partita 8-7. Ma ancora una volta la maggior esperienza e la rabbia accumulata dopo la batosta di sette giorni fa, hanno fatto la differenza e con il parziale di 25-19 Cosenza chiude la gara a proprio favore facendo girare molti giocatori dalla panchina.
Tra le fila dei padroni di casa lodevoli le prove di Andropoli, Testagrossa, Fontana e Cannistrà mentre tra i bianco-blu si sono distinti senza dubbio Azzarà ed il giovane ma molto interessante Guerrazzi. Buono l’arbitraggio della coppia Rossi-Sorrentino.



Serie B Gir. C 10^ Giornata, Exton VB Aversa - Gruppo Vena Cosenza: 3-0



Exton VB Aversa - Gruppo Vena Cosenza: 3-0 (25-21, 25-20, 25-19)

AVERSA: Saccone, Di Giorgio, Libraro E. 14, Scialò 10, Bisci, Libraro A. 3, Di Santi, Falanga 10, Rispoli 4, Montò 5, Giacobelli 5.
All. Draganov

COSENZA: Cannistrà 11, Aprea 1, Civita, Fontana 1, Conti 1, Astarita 13, Piluso, Andropoli, Smiriglia 1, Galabinov 9, Testagrossa 5.
All. Del Federico

Arbitri: Stefanelli e Notarnicola di Gioia del Colle

Note: Spettatori presenti 150 circa

AVERSA (CE) - Che non sarebbe stata una passeggiata, la Gruppo Vena Cosenza lo sapeva, ma la trasferta di Aversa ha messo in mostra un gruppo che finalmente comincia a far vedere di che pasta è fatto. L'impegno contro una formazione imbattuta tra le mura amiche da due anni e capace di spedire a casa sconfitta la capolista Civica una settimana fa, poteva intimorire i ragazzi di Del Federico, che invece hanno giocato una buona pallavolo e tenuto testa ad un gruppo davvero competitivo. Peccato solo per le ormai solite amnesie che colpiscono i silani e che finiscono sempre per pagare caro.
Il sestetto di partenza ha visto ancora una volta Cannistrà partire dalla panchina perchè non al 100%, Aprea e Astarita opposti, Fontana, Galabinov, Smiriglia e Testagrossa.
Primo set subito spettacolare con Rispoli e Scialò per i campani sugli scudi, dall'altra parte però Galabinov e Astarita tengono bene il campo portando avanti Cosenza (7-8). L'equilibrio regna sovrano, si lotta su ogni pallone, tanto che il risultato resta sempre in bilico (11-11, 15-15 e 18-18) fino a che i padroni di casa non cambiano marcia e chiudono la prima frazione a loro favore con il punteggio di 25-21.
Il secondo set comincia con la novità Cannistrà in campo per Cosenza, una scelta che sembra dare la spinta necessaria a giocarsela fino in fondo, di fatti grazie alle sue giocate ed a quelle di Aprea a muro, la Gruppo Vena dilaga fino a portarsi avanti 3-8. Coach Draganov capisce che qualcosa non va e chiama un time out in cui probabilmente ha saputo dare le giuste contromisure ai suoi, tant'è che una volta tornata in campo, Aversa annichilisce totalmente Cosenza rimontando lo svantaggio e portandosi addirittura avanti (16-13) fino a chiudere 25-20 un set praticamente regalato dai calabresi.
Il terzo parziale è praticamente una fotocopia degli altri due con la Gruppo Vena che tiene botta (8-8) e mette in difficoltà Aversa fino a che, qualche scelta cervellotica dalla panchina ed i soliti errori banali, non rimettono in gioco gli avversari che non si fanno certamente pregare. Nonostante i cambi e le buone intenzioni, soprattutto di Cannistrà trascinatore nonostante fosse al 70%, Cosenza deve cedere set (25-19) ed incontro ad una formazione arcigna e ben organizzata, ma assolutamente battibile.
Una sconfitta che lascia l'amaro in bocca e molti rimpianti perchè il sestetto rossoblu ha avuto le occasioni per fare il colpaccio, ma le ha sprecate tutte. In settimana coach Del Federico dovrà valutare le condizioni di Galabinov uscito anzitempo per una brutta caduta, e analizzare attentamente cosa non va cercando di trovare le soluzioni ai problemi che attanagliano un gruppo con tutte le potenzialità per fare bene in questo campionato.



Serie B, Gir.C: La Gruppo Vena pronta alla trasferta di Aversa. In forse Cannistrà



Dopo il successo in rimonta, per molti addirittura "epico" sul Gela, la Gruppo Vena Cosenza è pronta a tornare in campo per riprendere la corsa ai posti che valgono almeno i playoff.
La squadra di Del Federico non avrà per niente un compito facile, infatti, l'avversario sarà l'Exton Aversa che non perde tra le mura amiche da quasi due anni. Tanto per far capire la difficoltà dell'impegno, la capolista Civica è uscita sconfitta dal palazzetto campano ed è quanto dire.
Ciò però non preoccupa più di tanto i calabresi che dopo gli innesti di Galabinov, Andropoli e Spadafora, sperano di avere anche Cannistrà in grado di scendere in campo dopo l'infortunio subito a dicembre. Il giocatore farà il solito provino poco prima del fischio d'inizio, ma anche al 70% la sua presenza potrebbe risultare determinante. In dubbio invece Civita che in settimana ha avuto la febbre.
Va detto che l'entusiasmo tra i silani è alto dopo la vittoria per 3-2 ottenuta domenica scorsa contro i siciliani del Gela. Un match che mostrato le potenzialità di un gruppo che può arrivare lontano, se evita però, di cadere nelle solite amnesie nei primi set. Intanto la Gruppo Vena Cosenza, in settimana ha fatto le foto ufficiali e si prepara a regalare ai suoi sostenitori il calendario 2015, magari, dopo un bel successo sul campo dell'Aversa.



Serie B1 9^ Giornata: Gruppo Vena CS epica rimonta contro la Meic Services Gela, vittoria per 3-2


Gruppo Vena Cosenza – Meic Services Gela: 3-2 (20-25, 21-25, 25-23, 25-23, 15-13)

Cosenza: Cannistrà, Aprea, Civita, Fontana, Conti, Astarita, Piluso, Andropoli, Rizzuto (L2), Smiriglia, Galabinov, Zito (L), Testagrossa.
Allenatore: Del Federico

Gela: Bocchieri, Caci Sandro, De Rosas, Di Belardino, Lombardo (L), Manuilov, Mitidieri, Roberti, Testagrossa, Torre.
Allenatore: Marano

Arbitri: Campolongo di Napoli e Sapia di Potenza.

Note: Spettatori presenti 300 circa.

COSENZA - Finite le festività natalizie e quindi la lunga sosta, il campionato di Serie B maschile di pallavolo riprende e regala subito un big match tra due compagini che stanno provando a dire la loro in questo torneo, la Gruppo Vena Cosenza e il Volley Gela, quest’ultima seconda forza del campionato.
In un Pala Ferraro voglioso di tornare a respirare aria di gare che contano si è assistito ad una partita davvero bella, ricca di emozioni dall’inizio alla fine.
Cosenza ha schierato subito i nuovi arrivi, Andropoli e Galabinov, mentre Spadafora, d’accordo con mister Del Federico, ha deciso di accomodarsi in tribuna perchè non ancora al top. Cannistrà invece, infortunatosi in allenamento prima del match con il Club Italia, è partito dalla panca.
Come ultimamente si è avuto modo di assistere ai match della Gruppo Vena, il risultato ha cambiato spesso padrone durante l’arco del primo set, con i padroni di casa inizialmente avanti (8-5, e 13-11) per poi andare in black out e subire il ritorno degli avversari (13-16, 13-18) e cedere 20-25.
Nonostante i nuovi innesti e le rotazioni continue, Del Federico non riesce a sbrogliare la matassa in cui i suoi si sono andati a ingarbugliare i suoi ed infatti anche il secondo set, che ha visto buone giocate di Galabinov e Smiriglia, i migliori tra i lupi, va al sestetto siciliano che si impone 21-25.
La differenza di valori in campo si vede anche se Zito e compagni cercano in tutti i modi di tenere in piedi la sfida (17-18) ed il terzo parziale è una vera e propria battaglia che si conclude a favore dei padroni di casa per 25-23. Questo risultato dà la scossa ai ragazzi di Del Federico che sono sembrati davvero indiavolati riuscendo a mettere in netta difficoltà i siciliani mantenedoli a distanza di sicurezza (14-6, 17-10) fino a chiudere 25-23 anche questo set e conquistando così il tie break. Proprio quando la partita sembra essersi messa sui binari del Cosenza, ecco che Gela si ricorda di come si gioca a pallavolo e di come aveva vinto i primi due parziali e così i ragazzi di Marano si portano subito avanti (4-7). Di contro, dopo un primo sbandamento e probabilmente stanchi per la rimonta appena compiuta, Galabinov e soci cercano di riportarsi sotto (6-8) ma la lucidità non è più quella del terzo e quarto set e Gela riesce ad allungare (6-10). Ma la Gruppo Vena Cosenza non muore mai e trascinata da uno strepitoso Andropoli, rimonta fino ad aggiudicarsi il tie break (15-13) ed il match per 3-2.
Una vittoria sudata, combattuta, per un Cosenza che ha pagato senza dubbio il black out che ne ha condizionato i primi due parziali. Lo sforzo e la reazione vista però nella seconda parte di gara deve essere il punto da cui ripartire, perchè ha messo in evidenza una compagine che se c’è con la testa, può davvero giocarsela con tutti.



La Gruppo Vena Cosenza batte 3 colpi. Ingaggiati Galabinov, Andropoli e Spadafora


In attesa della ripresa del campionato, che vedrà la Gruppo Vena Cosenza impegnata davanti al pubblico amico domenica 11 gennaio alle 18 contro la vice capolista Gela, il volley mercato si muove e regala tre colpi messi a segno proprio dai silani.
La società del presidente Amato dopo la chiusura non proprio felice del 2014 (3-0 a Roma contro il Club Italia) ha deciso di rinforzare la rosa a disposizione di Del Federico mettendogli a disposizione tre nuovi giocatori.
Si tratta fondamentalmente di tre ritorni ma tutti di altissima qualità. Il primo è quello di Yordan Galabinov, schiacciatore bulgaro di 202 centimetri che a Cosenza ha lasciato un ottimo ricordo due stagioni fa. Dopo una parentesi a Corigliano, ha deciso di tornare a vestire nuovamente la casacca della Gruppo Vena.
Il secondo acquisto è quello di Diego Andropoli. Andropoli, palleggiatore classe ’83, alto 189 centimetri, ha già maturato esperienza nel campionato italiano di B1 maschile vestendo le maglie della Milani Rende (squadra con la quale ha esordito ed ha giocato fino al 2003) e del Volley Corigliano ( stagione 2003/2004). Infine il terzo acquisto è più che altro una riconferma, si tratta di Marco Spadafora, centrale alto 188 centimetri, facente già parte del roster silano, ha raggiunto un accordo definitivo per chiudere la stagione in rossoblu. Con questi tre nuovi arrivi ed il recupero dell'infortunato Cannistrà, in via di guarigione, si spera che la Gruppo Vena Cosenza possa riprendere la corsa ai posti che contano in classifica, a cominciare dalla sfida di domenica contro il Gela.



La Gruppo Vena Cosenza batte 3 colpi. Ingaggiati Galabinov, Andropoli e Spadafora


In attesa della ripresa del campionato, che vedrà la Gruppo Vena Cosenza impegnata davanti al pubblico amico domenica 11 gennaio alle 18 contro la vice capolista Gela, il volley mercato si muove e regala tre colpi messi a segno proprio dai silani.
La società del presidente Amato dopo la chiusura non proprio felice del 2014 (3-0 a Roma contro il Club Italia) ha deciso di rinforzare la rosa a disposizione di Del Federico mettendogli a disposizione tre nuovi giocatori.
Si tratta fondamentalmente di tre ritorni ma tutti di altissima qualità. Il primo è quello di Yordan Galabinov, schiacciatore bulgaro di 202 centimetri che a Cosenza ha lasciato un ottimo ricordo due stagioni fa. Dopo una parentesi a Corigliano, ha deciso di tornare a vestire nuovamente la casacca della Gruppo Vena.
Il secondo acquisto è quello di Diego Andropoli. Andropoli, palleggiatore classe ’83, alto 189 centimetri, ha già maturato esperienza nel campionato italiano di B1 maschile vestendo le maglie della Milani Rende (squadra con la quale ha esordito ed ha giocato fino al 2003) e del Volley Corigliano ( stagione 2003/2004). Infine il terzo acquisto è più che altro una riconferma, si tratta di Marco Spadafora, centrale alto 188 centimetri, facente già parte del roster silano, ha raggiunto un accordo definitivo per chiudere la stagione in rossoblu. Con questi tre nuovi arrivi ed il recupero dell'infortunato Cannistrà, in via di guarigione, si spera che la Gruppo Vena Cosenza possa riprendere la corsa ai posti che contano in classifica, a cominciare dalla sfida di domenica contro il Gela.



Serie B1 Gir. C 7^Giornata: Batosta per la Gruppo Vena Cosenza a Roma, 3-0 per il Club Italia


Club Italia Fipav - Gruppo Vena Cosenza: 3-0 (25-21, 25-16, 25-23)

Club Italia: Di Martino 8, Gaia, Di Coste, Esposito, Zonca, Battista (L), Argenta 19, Raffaelli 10, Zoppellari 1, Pistolesi, Della Volpe 9, Biglino 5
All.:Totire

Cosenza: Aprea 3, Mirabelli, Testagrossa 7, Smiriglia 3, Piluso, Astarita 12, Fontana 7, Civita 6, Zito (L), Rizzuto, Conti 4
All.: Del Federico

Arbitri: Di Maglio di Napoli e Noce di Frosinone

Spettatori: 500 circa

Roma - Match bello ed interessante quello che ha visto contrapposte nella capitale le formazioni del Club Italia e della Gruppo Vena Cosenza. Da una parte il meglio del settore giovanile della nazionale italiana, dall'altra una squadra fatta da ragazzi in cerca ancora di una loro identità. I cosentini infatti, sono sembrati la bruttisima copia di quella vista domenica scorsa contro il Cinquefrondi. Sin dal primo set la differenza di valori in campo si è vista, dopo un inizio alla pari (7-8) gli azzurrini hanno preso in mano le redini del gioco chiudendo a loro favore la prima frazione 25-21 sfruttando ben 15 errori punto di Smiriglia e soci. Errori che forse sono anche peggiori nel secondo set quando i padroni di casa partono alla grande andando avanti 8-0 e poi 16-9 mettendo a nudo i problemi di tenuta mentale dei ragazzi di Horacio Del Federico al quale manca Cannistrà infortunatosi in allenamento. Un'assenza quella dell'opposto che si è fatta sentire soprattutto in fase offensiva, ma che non giustifica la totale assenza di reazione dei silani che cedono la seconda frazione 25-16.
Nel terzo set l'allenatore della Gruppo Vena cerca di  cambiare le carte in tavola giocando con Civita e Fontana a banda, Astarita opposto, Smiriglia e Testagrossa al centro, con la speranza che le cose cambino, ma dopo un inizio punto a punto (6-7) il Club Italia si riporta avanti (12-9) giocando alla grande e sfruttando ogni minimo errore dei cosentini che cercano comunque di tenere il campo (22-22) ma senza riuscirci concretamente. Argenta e soci archiviano la pratica Cosenza 25-23 e tre set a zero in un'ora e mezza di gioco. Un risultato pesante che permette al Club Italia di scavalcare proprio la Gruppo Vena Cosenza in classifica, mentre rimanda i ragazzi di Horacio Del Federico indietro e non di poco, sia per quanto riguarda la graduatoria, sia dal punto di vista del gioco. Ci sarà molto da lavorare, ma in particolar modo il sestetto cosentino dovrà fare un bel bagno di umiltà oltre che tornare con i piedi per terra perchè in questo modo non si va da nessuna parte.




Volley: Serie B1 Gir.C, Gruppo Vena Cosenza a Roma senza Cannistrà infortunatosi in allenamento


La bella prova di domenica scorsa nel derby con il Cinquefrondi Reggio Calabria, ha caricato come non mai la Gruppo Vena Cosenza che in questa settimana ha lavorato con molta attenzione e dedizione in vista della ottava giornata del campionato di serie B1.
Avversario di turno dei calabresi sarà il Club Italia Fipav Roma, sestetto composto dai migliori giovani delle società che militano in serie A. Il Club Italia è al suo settimo anno di attività ed è un'iniziativa ormai consolidata che continua a dare buoni risultati. Il gruppo impegnato nel girone C di B1 è allenato da Michele Totire e Adriano Di Pinto e si allena e disputa gli impegni casalinghi presso il Centro di Preparazione Olimpica Giulio Onesti a Roma. Tra i giocatori da tener d'occhio lo schiacciatore Dalla Volpe e soprattutto l'opposto Argenta.  Per Horacio Del Federico un problema arriva però dall'ultima seduta d'allenamento in cui si è fatto male Cannistrà, MVP dell'ultima gara vinta al Pala Ferraro. Per lui si parla di una brutta distorsione alla caviglia che potrebbe tenerlo lontano dal campo di gioco per almeno un mese, ma per essere più precisi bisognerà aspettare gli esiti degli esami clinici. A sostituirlo nel ruolo di opposto potrebbe esserci Astarita o eventualmente Smiriglia con lo spostamento di Conti al centro. Di certo un guaio che crea non pochi problemi in vista della sfida di sabato pomeriggio alle ore 16 contro una diretta concorrente per un posto nei playoff.



Serie B1 Gir. C, grande vittoria della Gruppo Vena Cosenza contro Cinquefrondi per 3-0


Gruppo Vena Cosenza - Volley Cinquefrondi: 3-0 (25-18, 25-20, 25-23)

Cosenza: Cannistrà 22, Aprea 3, Rizzuto (2L), Civita, Fontana 3, Conti, Astarita 14, Mirabelli, Guerrazzi, Piluso, Smiriglia 4, Zito (L), Testagrossa 4.
All. : Del Federico

Cinquefrondi: Burriesci, Davoli (L), Blanco 7, Scopelliti 3, Palmeri 6, Boscaini 17, Cimino 3, Di Pasquale 6, Mariella, Galiano (L), Piedepalumbo 2.
All. : Polimeni

Arbitri: Santangelo e Asta di Catania

Note: Spettatori presenti 300 circa.


Cosenza - Derby sentitissimo quello giocato al Pala Ferraro tra Cosenza e Cinquefrondi, due squadre che in classifica si presentavano a questo appuntamento separate solo da un punto. Davanti a circa trecento spettatori presenti sugli spalti, cosentini e reggini hanno dato vita ad uno spettacolo di livello, giocando una bella pallavolo per almeno 1 ora.
Sin dal primo set l'equilibrio l'ha fatto da padrone nonostante la Gruppo Vena abbia tentato con Testagrossa, Smiriglia e Astarita di staccare i rivali, capaci a loro volta di portarsi avanti sino al 9-6, sfruttando molti errori in ricezione. A quel punto Del Federico chiama un time out e rimette ordine tra i suoi che scendono sul parquet determinati a risalire la china e così fanno fino al 12 -9. Da qui comincia un match bellissimo punto a punto (15-15, 18-18) finchè Cosenza non si mette a lavorare alla grande in difesa. Tutta la squadra gira alla perfezione, a muro, in ricezione ed in attacco e così grazie anche ad Astarita e Cannistrà, una spanna sopra gli altri, i silani chiudono a loro favore la prima frazione 25-18.
Il secondo set è in pratica la fotocopia del precedente con i padroni di casa e gli ospiti a giocarsi la partita punto a punto, ma la Gruppo Vena sembra avere qualcosa in più, il muro. Astarita Smiriglia e Cannistrà sembrano insuperabili ed è ancora una volta grazie al loro contributo che Cosenza allunga (16-12) fino a chiudere 25-20 il secondo set.
Il terzo parziale vede un Cinquefrondi entrare in campo con più determinazione e lo fa capire subito con una serie di buone azioni che gli permettono di guidare fino al più 3 (7-10), poi è un susseguirsi di emozioni con i padroni di casa che si riportano sotto ma senza riuscire a superare i reggini che, grazie a Scopelliti, Blanco e Boscaini tengono bene, almeno fino al 16-15, poi solo Cosenza. Astarita e soci mettono la freccia e tramortiscono il sestetto ospite fino a vincere set e match 25-23. Una vittoria che giunge dopo il brutto stop di sette giorni fa a Lagonegro che dà sicuramente fiducia in vista delle prossime gare, ma soprattutto ha mostrato un buon Smiriglia che in coppia con Cannistrà è risultato tra i migliori in campo.
"Dovevamo riscattarci e penso che lo abbiamo fatto - dichiara a fine gara Aldo Gimigliano, Team Manager del Cosenza - mostrando una nostra identità, che è questa, non quella vista in Lucania. Adesso dobbiamo continuare su questa strada perchè le prime posizioni sono davanti a noi e possiamo riagganciarle."



Volley: Serie B1, domenica alle 18 al Pala Ferraro il derby Cosenza Pallavolo - Cinquefrondi RC


Dimenticare immediatamente la sconfitta con il Lagonegro e riprendere la corsa interrotta sette giorni fa. L'ordine in casa della Gruppo Vena Cosenza è chiaro.
La squadra silana in settimana ha lavorato duramente agli ordini di mister Del Federico dal punto di vista fisico e tattico per cercare di non ripetere i brutti errori visti sul taraflex lucano. Una prestazione quella di Astarita e compagni che ha lasciato l'amaro in bocca soprattutto alla dirigenza che non ha accettato il modo in cui è arrivata.
L'occasione per rialzarsi però si presenta questa domenica alle 18. Al Pala Ferraro si presenterà, per un derby molto sentito, la Volley Cinquefrondi RC, squadra che si sta comportando bene, ma che resta alla portata dei silani.
Gli azzurri allenati da Antonio Polimeni sono reduci dal netto successo per 3-0 sul Brolo ed arrivano a questa sfida staccati solo di un punto in classifica, quindi non sono assolutamente da sottovalutare.
Di contro però, i tifosi della Gruppo Vena Cosenza si augurano di vedere una squadra gagliarda, che metta in campo tutto quello che può per portare a casa l'intera posta in palio e cercare di riavvicinarsi alle prime posizioni.





Serie B1, Girone C: Brutto tonfo in trasferta per la Gruppo Vena Cosenza, 0-3 a Lagonegro


Rinascita Volley Lagonegro - Gruppo Vena Cosenza: 3-0 (25-17, 25-18, 25-18)

Lagonegro: Fortunato (2L), Turano 8, Maiorana, Rigoni 9, Salomone, Parisi 3, Toma 14, Mille, Cubito 5, Valla 3, Benedetto (L), Peluso.
All. Bosco

Cosenza: Cannistrà 6, Aprea, Rizzuto (L2), Civita, Fontana 7, Conti, Astarita 13, Mirabelli, Guerrazzi, Piluso, Smiriglia 4, Zito, Testagrossa 8.
All. Del Federico

Arbitri: Vecchione e Autore di Salerno

Note: Spettatori presenti 500

LAGONEGRO (PZ) - Che sarebbe stata una sfida complicata si sapeva, ma la Pallavolo Cosenza a Lagonegro non è riuscita a ripetere nulla delle ultime buone prestazioni viste al Pala Ferraro. Cornice importante (500 persone circa) per una partita dall'alto livello tecnico, che ha mostrato comunque due compagini che diranno la loro fino alla fine del campionato nonostante i cosentini siano stati sciuponi e mentalmente fuori dal match. Sin dalle prime battute si è giocato su livelli altissimi con i padroni di casa che hanno provato a prendere il largo (5-1) ma Cosenza ha saputo rispondere colpo su colpo mantenendo il contatto con i lucani fino al 12-10, grazie anche ad un buon Fontana. Lagonegro però è un sestetto che sta facendo bene e lo ha confermato anche in questa occasione. Approfittando di ben cinque battute sbagliate dai silani ha messo la freccia e staccato gli avversari (18-12), chiudendo il primo set a proprio favore 25-17.
Il secondo set inizia sulla falsa riga del primo con Parisi e soci che partono subito forte fino ad arrivare ad un 8-3 che la dice tutta sulla forza dei lucani. Horacio Del Federico di contro, durante il time out, cerca di dare la scossa ai suoi mandando in campo Civita al posto di Fontana, ma la musica non cambia. La squadra di casa annichilisce gli ospiti sino ad arrivare al 12-4. Parziale finito? Assolutamente no. Del Federico cambia tutto, fa girare gli uomini a disposizione e trova la reazione che cercava, ancora una volta con Fontana protagonista e così la Gruppo Vena si avvicina fino al 16-13.
Ma l'illusione dura poco, infatti, colpiti ancora da amnesie inspiegabili, i cosentini crollano e regalano anche il secondo set 25-18.
Il terzo parziale Lagonegro lo gestisce a suo piacimento, complice una Pallavolo Cosenza completamente assente che non è riuscita in nessun modo ad entrare in partita. Ben 11 battute sbagliate, una ricezione da rivedere, non ha funzionato nulla e di fatto i potentini chiudono a loro favore 25-18 anche il terzo ed ultimo set.
Una sconfitta pesante che rallenta la corsa dei calabresi alla testa della classifica, ma che non compromette nulla in chiave play off. Uno stop che però deve far riflettere soprattutto i giocatori perchè perdere va bene, ma in questo modo certamente no. Per Lagonegro invece un successo che permette di superare in classifica proprio la Gruppo Vena e mantenere intatte le speranze di essere protagonisti sino alla fine.



Va alla Tonno Callipo Vibo l'amichevole di beneficenza contro la Cosenza Pallavolo


Gruppo Vena Cosenza - Tonno Callipo Vibo: 0-3 (17-25, 14-25, 22-25)

Cosenza: Cannistrà 7, Aprea 2, Rizzuto (L), Civita 3, Fontana 2, Conti, Astarita 9, Mirabelli, Guerrazzi, Piluso, Smiriglia 4, Zito (L), Testagrossa 7.
Allenatore: Horacio Del Federico

Vibo Valentia: Medic 19, Sintini 2, Korniienko 11, Cesarini (L), Marchiani 1, Korzenevics 5, Forni 4, Vedovotto 19, Zanuto 13, Sardanelli (L), Paoli 1, Feroleto, Presta 6
Allenatore: Fefè De Giorgi

Arbitri: Piluso e Stancati

Note: Spettatori presenti 350 circa

Cosenza - Quando scendono in campo due formazioni come Cosenza e Vibo lo spettacolo non manca mai, anche se si tratta di un amichevole e di fatti al Pala Ferraro, gli spettatori accorsi per assistere all'incontro organizzato a sostegno dell'ATC si sono sicuramente divertiti.
Diciamo subito che prima dell'evento sportivo, l'importante per le due società è stato riuscire a sostenere l'associazione Tumori Calabria anche grazie agli sponsor che hanno dato il loro contributo all'evento insieme ad un pubblico partecipe, che non si è tirato indietro nonostante l'orario non fosse dei più felici.
Va detto che in campo a rappresentare il mondo di chi combatte e cerca di sconfiggere quello che per molti è il male del secolo, c'era un certo Jack Sintini, giocatore di Vibo con un passato in A1 con la Lube Macerata e Trentino Volley. Al termine della stagione agonistica 2010-2011 gli venne diagnosticato un tumore al sistema linfatico che lo costrinse ad abbandonare l'attività agonistica, ma dopo un solo anno la malattia venne superata, e l'8 maggio 2012 è tornato a vivere vestendo la maglia di Trento.
E' stato uno dei migliori nel 3-0 che ha visto vincere la Tonno Callipo, squadra che si è dimostrata superiore nonostante Cosenza abbia cercato di resistere, soprattutto nella prima parte del set iniziale e poi in quello finale, il più combattuto. Per Horacio Del Federico, allenatore della Gruppo Vena, è stato un test importante per tenere alta la concentrazione dei suoi ragazzi in vista della difficile trasferta di Lagonegro, dove Testagrossa e compagni arrivano forti di due successi consecutivi. Dall'altra parte per Fefè De Giorgi una buona "reazione" dei suoi dopo lo stop contro Sora che di certo non ha lasciato contenti i vibonesi, sin lì autori di un buon avvio di campionato in serie A2.
Terminato il match le due squadre hanno ringraziato il pubblico e chi ha sostenuto l'iniziativa a sostegno dell'ATC che ha anche premiato Jack Sintini come miglior giocatore della gara, inoltre estrazione e premi per i presenti sugli spalti del Pala Ferraro.
"Sono davvero felice, anzi commosso - dichiara Teri Zuccoti DS del Cosenza - perchè nonostante l'orario ed il giorno non festivo, siamo riusciti a richiamare la gente al palazzetto, di questo ringrazio anche la Tonno Callipo Vibo sempre sensibile a queste iniziative. Poi quando vedi gente come Sintini in campo giocare, lottare e sudare, penso che il messaggio che viene lanciato sia chiaro: Il tumore si può VINCERE. Se passa questo messaggio allora abbiamo raggiunto il nostro scopo".

Ufficio Stampa Cosenza Pallavolo



Mercoledì 3 Dicembre ore 18 amichevole tra Cosenza e Vibo al Pala Ferraro


Torna in campo la Gruppo Vena Cosenza ma questa volta lo fa per uno scopo benefico e non per conquistare punti. Alle ore 18 mercoledì 3 Dicembre presso il Pala Ferraro di Via Popilia il sestetto di Horacio Del Federico affronterà in un'amichevole la Tonno Callipo Vibo Valentia in un match che mira a raccogliere fondi per l'Associazione Tumori Calabria. Un allenamento congiunto quindi ma soprattutto un’iniziativa che abbraccia lo sport e la solidarietà a sostegno dell’Atc.
Durante il match saranno distribuiti premi ed a fine gara verranno premiati dirigenti e giocatori. Inutile dire che si invita il maggior numero di amanti della pallavolo a partecipare.



Serie B1 Gir C, 5^ Giorn. La Gruppo Vena Cosenza schianta Latina 3-0 e scala la classifica



Gruppo Vena Cosenza - Hydra Volley Latina: 3-0 (25-18, 25-23, 25-20)


Cosenza: Aprea 2, Astarita 15, Cannistrà 19, Civita 1, Conti, Fontana 7, Mirabelli, Guerrazzi, Piluso, Rizzuto (L2), Smiriglia 5, Testagrossa 4, Zito (L).
All. Del Federico

Latina: Bigarelli 7, Rossini (L), Rico, Calcabrini, Bacci 2, Razzetto 3, Fortunato 9, Biribanti, Saglimbene 5, Baldasseroni 8.
All/Gioc. Baldasseroni

Arbitri: Di Bari da Fasano e Colucci da Matera

Note: 400 spettatori circa.

Cosenza - Doveva essere il big match della giornata (nonostante la classifica precaria degli ospiti) ed in effetti la sfida tra Cosenza e Latina ha mantenuto le attese. Anzi, a voler essere proprio pignoli di big in campo c'è stata solo la squadra di casa. Non ce ne vogliano quelli di Latina, ma visti i nomi sul parquet del Pala Ferraro mandati in campo da Baldasseroni (allenatore/giocatore) ci si aspettava qualcosa in più. Fortunato e Rossini sono giocatori di alto livello, ma non hanno reso come si immaginava alla vigilia. A questi va aggiunto Biribanti fermo in panca per un infortunio.
Sin dalle prime battute si è capito che il sestetto allenato da Del Federico voleva dire la sua confermando lo splendido momento di forma che sta attraversando. Con la formazione tipo e trascinati da un pubblico molto caloroso, Cosenza si porta subito avanti, dapprima 8-6 per poi allungare fino al 16-10.
A farla da padrone tra i giocatori di casa Cannistrà ed Astarita che staccano il biglietto del primo set 25-18 con una serie dei giocate davvero importanti.
Il secondo set segue la falsa riga del primo. La Gruppo Vena capisce che Latina non è in giornata ed ha la fortuna di trovare un altro giocatore che ingrana la marcia giusta. Smeriglia, infatti, con una serie di numeri permette a Cosenza di allungare sin dal via fino al 17-13 seppur coadiuvato da un ottimo Cannistrà in stato di grazie. A questo punto Latina ha un moto di orgoglio e cerca di rifarsi sotto riuscendoci fino al 23 pari, ma quando sembra tutto compromesso i silani riescono ad infilare due punti fondamentali con un muro finale di Astarita che chiude il set a favore dei padroni di casa 25-23.
Latina da questo momento sembra ricordarsi come si gioca a pallavolo e dà vita insieme ai silani ad un terzo set combattuto e bello da seguire. L'equilibrio regna sovrano e lo si evince dai parziali, dapprima 8-7 poi 14-12 e 16-13 sempre a favore di Cosenza, ma davvero sudati.
Del Federico capisce che è il momento di osare e chiudere i conti e durante un time out incita i suoi facendogli capire che hanno in mano la possibilità di portare a casa un successo fondamentale per il prosieguo del campionato. Da questo momento non c'è più partita. La Gruppo Vena prende le redini dell'incontro con Cannistrà, Aprea, Testagrossa, Fontana e stacca definitivamente gli avversari, 18-13, 23-13, fino al definitivo 25-20 che decreta la vittoria della Cosenza Pallavolo. Un segnale di compattezza che fa ben sperare per le sfide future e soprattutto fa sognare i tifosi rossoblu. Che sia l'anno buono?




Domenica alle 17 torna al Pala Ferraro la Conad Cosenza contro il forte Latina


Dopo l'ennesima sosta osservata in campionato, torna nuovamente sul parquet del Pala Ferraro la Gruppo Vena Cosenza. Il sestetto di coach Horacio Del Federico sarà impegnato in un match che si preannuncia spettacolare oltre che un vero e proprio test per capire dove potrà arrivare. Alle 17 e non come di consueto alle 18 di domenica, Astarita e soci se la vedranno contro la forte compagine del Latina, una squadra tra le favorite alla vittoria finale per l'organico a disposizione dell'allenatore/giocatore Baldasseroni, ma che alterna belle prestazioni a cadute inaspettate. Domencia scorsa i romani hanno perso la loro imbattibilità interna contro il Civita Castellana mostrando notevoli limiti che ne condizioneranno l'intera stagione, di questo siamo sicuri. Proprio su questa mancanza di continuità deve puntare la Gruppo Vena Cosenza, senza dimenticare però i giocatori che avranno di fronte come i noti Fortunato e Biribanti, due con un passato in serie A1 da tenere d'occhio perchè capaci di tutto. Dal canto suo Cosenza dopo il facile successo di quasi 14 giorni fa contro il Martina che ha dato la possibilità di testare i giovani del gruppo, ma poche indicazioni in chiave tecnico tattica vista la consistenza degli avversari, arriva a questa sfida in ottima forma fisica e carica come non mai. Contro il Latina sarà la prima di due sfide (la seconda sarà contro il Lagonegro) che daranno un quadro più ampio di quella che potrebbe essere la stagione dei silani. Il campionato di serie B1 2014/2015 infatti si sta rivelando più competitivo del previsto con tre o quattro squadre di alto profilo, tra cui la Cosenza Pallavolo. Naturalmente per il match contro il Latina ci si aspetta il pubblico delle grandi occasioni anche perchè l'avversario è di tutto rispetto e non mancherà lo spettacolo.



4^ Giorn. Serie B1 Gir. C, la Gruppo Vena Cosenza batte il Martina 3-0


Gruppo Vena Cosenza - Volley Martina: 3-0 (25-8, 25-12, 25-13)

Cosenza Pallavolo: Aprea 2, Astarita 13, Cannistrà 15, Civita 1, Conti 3, Fontana 6, Guerrazzi 3, Mirabelli, Piluso, Rizzuto (L), Smiriglia, Testagrossa 11, Zito (L)
All. Del Federico

Pallavolo Martina: Mancini, Massafra, Siena 3, Ceppaglia 3, Palumbo 1, Lospalluto 2, Fortunato, Petronella, Sottilaro 4, Lerna.
All. Panessa

Note: Spettatori presenti 300 circa

Cosenza - La lunga sosta di due settimane poteva aver minato in qualche modo la concentrazione o la forma fisica della Cosenza Pallavolo, almeno questo era il timore alla vigilia della quarta giornata del campionato di serie B1, invece contro il Martina, si è vista una formazione tonica, decisa, con un solo obiettivo, vincere.
Il sestetto di Del Federico è sceso sul parquet del Pala Ferraro di Via Popilia determinato a portare a casa la vittoria e così alla fine è stato. Di fronte ha avuto una compagine giovane, allestita negli ultimi giorni di mercato ok, ma che ha cercato di lottare in tutti i parziali nonostante il risultato dica un'altra cosa.
Sin dalle prime battute si è capito che sarebbe stata una partita a senso unico vista la tantissima differenza di esperienza in campo. Il primo set è durato meno di 20 minuti 25-8 il risultato finale con Conti al posto di Smiriglia e l'esordio stagionale del giovane Mirabelli al posto di Aprea.
Del Federico visto il gap che separava i due sestetti si è permesso di fare esperimenti che certamente saranno utili per le gare che verranno, ma anche per tastare i più giovani che compongono la rosa della Gruppo Vena Cosenza.
Nel secondo set la musica non cambia con i padroni di casa sempre avanti anche se il match è un pò più combattuto almeno sino al 16 a 9, poi Cannistrà e soci prendono nuovamente il largo chiudendo il parziale 25-12.
Il terzo e ultimo set vede Del Federico provare più soluzioni con risultati positivi da parte dei suoi i quali interpretano come meglio non si potrebbe le indicazioni tattiche del loro allenatore. Dentro Mirabelli, Civita, Rizzuto e Guerrazzi e Cosenza avanti 16-11. Dall'altra parte coach Panessa prova a caricare Mancini e soci i quali lottano come possono contro lo strapotere della Gruppo Vena Cosenza che trascinata da uno strepitoso Cannistrà autore di 15 punti chiude set e match con il punteggio di 25-13 ed un 3-0 netto che regala buone indicazioni in vista del prosieguo del campionato di serie B1. Per la Pallavolo Martina invece, ci vorrà tanto lavoro e qualche rinforzo per cercare di dare una svolta al proprio torneo.



In amichevole la Caffè Aiello Corigliano batte la Gruppo Vena Cosenza 3-1


Amichevole impegnativa ma importante sotto l'aspetto della preparazione, quella che ha visto impegnata la Cosenza Pallavolo al Pala Brillia di Corigliano.
Contro la più quotata formazione ionica, che milita nel campionato di serie A2 dove è assoluta protagonista con la Tonno Callipo Vibo, il sestetto allenato da Del Federico ha perso per 3 set ad 1 ma giocando una buona pallavolo e mostrando discrete indicazioni in vista del match casalingo di domenica pomeriggio al Pala Ferraro contro il Martina.
Va detto che i set sono stati disputati sui 25 punti come da regolamento e che una volta chiuso il match, le due formazioni hanno deciso di farne uno supplementare per terminare l'allenamento. La differenza di valori in campo si è vista, ma in casa Cosenza il carattere e la grinta chiesti dalla dirigenza ad inizio stagione per fare bene, hanno compensato e non poco.
Nel primo e nel terzo parziale i padroni di casa non hanno avuto molti problemi chiudendo entrambi i set con il punteggio di 25-18. Nel secondo e quarto parziale invece, Cannistrà e soci hanno fatto sudare e non poco i rossoneri.
Nel secondo set i cosentini si sono imposti 25-23, mentre nel quarto dopo una serie di giocate davvero di qualità da una parte e dall'altra, Corigliano ha chiuso set ed incontro 25-21.
Buone indicazioni a Del Federico sono giunte da Astarita, Testagrossa e Cannistrà, una spanna sopra gli altri, sicuramente un segnale positivo in vista del match contro il Pallavolo Martina che rivedrà nuovamente in campo la Gruppo Vena Cosenza dopo due settimane di sosta in campionato.

Ufficio Stampa Cosenza Pallavolo



La Gruppo Vena Cosenza si prepara a tornare in campo dopo la sosta


Dopo una lunghissima pausa dovuta ad una giornata di riposo ed al turno forzato per il  ritiro del Trapani  pochi giorni prima del via della stagione, la Gruppo Vena Cosenza finalmente torna in campo. Due settimane sono tantissime e dal punto di vista della tenuta fisica potrebbero farsi sentire, ma va detto che i ragazzi di Del Federico hanno lavorato molto intensamente così da arrivare in grande forma (si spera) per Febbraio/Marzo quando il gioco si farà davvero duro. Il lato positivo è che si torna a giocare nuovamente davanti al pubblico amico del PalaFerraro; dopo il successo netto contro Potenza, questa volta i rossoblu cercheranno di ripetersi con il Pallavolo Martina (Ta), squadra allestita negli ultimi giorni di volley mercato. Il Martina ha un organico molto giovane deficitario soprattutto nell'esperienza che sappiamo bene fare la differenza a questi livelli. Del Federico sa bene che non bisognerà sottovalutare gli avversari ed a tal proposito per tenere alta concentrazione ed impegno, ha preparato un'amichevole che si terrà mercoledì alle 17 con la più quotata Caffè Aiello Corigliano, leader nel campionato di serie A2.Insomma un turno, quello di domenica pomeriggio, da sfruttare al massimo per la Pallavolo Cosenza che successivamente avrà senza dubbio l'impegno più importante della prima parte di stagione contro l'Hydra Volley Latina, sempre in cas,a questa volta il 31 Novembre. Una squadra d'esperienza guidata in campo dal forte opposto Biribanti e dal centrale Francesco Fortunato entrambi con un passato in A; ma prima c'è da battere il Martina.



Serie C 4^ Giornata: Brutto stop per il Gruppo Vena Cosenza a Bisignano


CONSULECO BISIGNANO – VENA COSENZA 3-0 (25-14; 25-20;25-19)

Consuleco Bisignano: Balestrieri, Brindisi, Caputo, Chimenti, Esposito, Federico, Iannace, Meringolo, Risuleo, Tortorella. All: Lionetti

Vena Cosenza: Canonaco, Cosentino, D’Amico, Guerrazzi, Longo, Mari, Mazzuca, Naccarato, Persico, Tarsitano, Ferrise (L1), Fuoco (L2). All: Perri.

Arbitri: Giuseppina Oriolo – Giuseppe Condico

Ingrana la quarta la Consuleco Bisignano che batte la Vena Cosenza per 3-0 nel quarto turno del campionato di Serie C maschile davanti a un centinaio di spettatori. Continua, così, la striscia positiva dei ragazzi di mister Lionetti, che partono inizialmente con il sestetto formato da Balestrieri, Esposito, Meringolo, Brindisi, Federico e Iannace con Tortorella libero. L’inizio di gara è totalmente a marca bisignanese, come dimostrano gli step sul 6-1 e 12-2, e i ragazzi locali giocano senza assilli in un parziale che, sostanzialmente, non offre un vero equilibrio tra le due squadre. Termina così 25-14 e al cambio campo la storia si ripete. La Consuleco parte a razzo e la Vena Cosenza, volenterosa, prova a seguire la scia dei bisignanesi, pur addormentando a volte la gara. Un’altra vittoria di set per 25-20 porta così la Consuleco a giocare un terzo parziale in scioltezza, fatto da un primo sostanziale equilibrio e da un’accelerata finale che fa concludere la partita con l’ultimo 25-19. Festa finale e visi sciolti in casa Bisignano, dove parla mister Lionetti, che loda lo spirito di gruppo dei suoi: «Siamo stati bravi a non fare entrare il Cosenza in partita, ben allenato da mister Perri. Finalmente abbiamo messo in campo ciò che proviamo in settimana negli allenamenti e non abbiamo praticamente regalato nulla all’avversario. Mi aspettavo un calo nel corso del match, ma siamo stati subiti bravi a chiudere la partita in maniera meritatissima. Domenica ci toccherà la sfida contro la Milani di mister Alfonso Bosco, il mio mentore». Nell’agenda della squadra, quindi, c’è la preparazione di questo importante match in trasferta. La dirigenza si sta adoperando, intanto, per il restyling del palazzetto di Rio Seccagno, prossima meta di gioco della squadra sul territorio bisignanese. Ulteriori iniziative, partendo dall’ottima attività a livello giovanile, saranno meglio spiegate nella conferenza stampa di presentazione della squadra, che si terrà domenica 16 novembre alle 11 nella sala “Rosario Curia” del viale Roma di Bisignano.



Torna a vincere Cosenza, battuta Potenza 3-0


Gruppo Vena Cosenza - Virtus Potenza: 3-0  (25-18, 25-22, 25-23)

Cosenza Pallavolo:
Cannistrà 24, Aprea 2, Rizzuto (L), Civita 1, Fontana 7, Conti 1, Astarita 12, Mirabelli, Guerrazzi, Piluso (C), Smiriglia 2, Zito (L),
Testagrossa 11.
Allenatore: Del Federico

Virtus Potenza: Ameri (L), Patitucci 6, Carelli 15, Brienza, Tancredi (L), Ranieri 5, Roberticchio, Calabrese, De Marca, Pacilio, Nuzzo, Pugliatti, Illuzzi 1,
Granito 10, Cuccarese 1.
Allenatore: Nuzzo

Note: 300 Spettatori presenti circa al PalaFerraro

Arbitri:
Cavalieri e Rizzica di Lamezia Terme

Cosenza - Bisognava rialzarsi subito dopo lo stop patito alla prima giornata ed i ragazzi del Gruppo Vena Cosenza lo hanno fatto alla grande, battendo in casa un avversario alla portata ma sempre temibile come il Potenza.
Il sestetto mandato sul parquet del PalaFerraro da mister Del Federico ha svolto come meglio non poteva il compito. Gioco fluido, a tratti spettacolare, ma soprattutto pochissimi errori o distrazioni, fatali in quel di Civita Castellana. Sin dai primi minuti si era capito che i silani non avrebbero fatto sconti ed infatti il primo set li ha sempre visti avanti. Solo fino al 4 pari gli ospiti hanno provato a tener testa ai cosentini che però hanno preso subito le misure sino alla chiusura per 25-18.
Il secondo parziale inizia con la Virtus Potenza più determinata, che dopo poche giocate si porta avanti 0-3. Aprea e soci cercano di riprendere subito gli ospiti che tengono fino al 7-8 ma nonostante la caparbietà dei lucani, Cosenza si porta avanti 16-13. Potenza dal canto suo ha cercato di arginare lo strapotere della Cosenza Pallavolo riuscendoci fino al 19 pari grazie anche ad un buon Carelli, ma alla fine ha dovuto arrendersi 25-22.

Avanti due set a zero per gli uomini di mister Del Federico è stato tutto più facile soprattutto dal punto di vista psicologico. La formazione di casa parte con Conti centrale al posto di uno spento Smiriglia e dopo una prima fase equilibrata (7-6) trascinati da un buon Cannistrà e da un ordinato Astarita, Cosenza si aggiudica set e match con il punteggio di 25-23. Con questo successo i silani conquistano i primi punti del campionato e dimenticano lo stop all'esordio contro il Civita Castellana come meglio non si poteva.
Ora la Gruppo Vena osserverà un turno di riposo e tornerà sul parquet del PalaFerraro il 16 novembre per un altro impegno casalingo, questa volta contro il Martina.



Pronti all'esordio casalingo


Dopo l'esordio non proprio felice (sconfitta a Civita Castellana) la Cosenza Pallavolo è pronta a rituffarsi nel campionato di serie B1. Lo fa consapevole di poter dire tranquillamente la sua e ben conscia che lo stop alla prima giornata è stato solo un passo falso. I ragazzi di mister Del Federico hanno lavorato intensamente durante questa settimana mostrando soprattutto una buona condizione fisico-mentale che lascia ben sperare per l'esordio casalingo contro il Potenza, domenica pomeriggio al PalaFerraro, un avversario da rispettare ma da non temere come afferma il dirigente della società rossoblu, Aldo Gimigliano: "Il Potenza verrà al PalaFerraro ben sapendo cosa lo aspetta, quindi sarà accorto. Noi però non possiamo permetterci di uscire sconfitti davanti al pubblico amico, anche perchè dobbiamo rimetterci subito in corsa. Lo stop contro Civita - continua Gimigliano - ci ha lasciato l'amaro in bocca, non lo nascondiamo, ma squadra, staff tecnico e società hanno già dimenticato tutto, tranne che gli errori commessi. Quelli non dobbiamo ripeterli ed è per questo che i ragazzi hanno lavorato come non mai." L'obiettivo dopo Civita cambia? "Assolutamente no. Sia ben chiaro, Teri Zuccotti ed il presidente hanno allestito una squadra che dovrà competere sino alla fine per la promozione e non ho dubbi, che sia diretta o passi per i play off, la serie A2 arriverà."



Finalmente si inizia!


Dopo allenamenti, tornei amichevoli ed ultimi colpi di mercato, è giunto il momento di far sul serio per la Gruppo Vena Cosenza Pallavolo. Il sestetto rossoblu è oramai pronto per l'esordio in campionato che li vedrà scendere alle 17 sul parquet di una diretta concorrente alla promozione in Serie A2, il Civita Castellana di mister Alessandro Spanakis, guidata in campo dall'opposto Francesco De Luca. Non sarà per niente un match facile, ci vorrà concentrazione e determinazione per riuscire a cogliere un buon risultato e questo i cosentini lo sanno bene, infatti, appena arrivati in ritiro, il gruppo è stato messo a lavoro da mister Horacio Del Federico che per questa sfida ha convocato 12 atleti: Aprea, Cannistrà, Zito, Fontana, Civita, Rizzuto, Astarita, Piluso, Mirabelli, Scaldaferri, De Federico ed il nuovo centro Fabrizio Conti. La forma fisica del team silano è buona ed anche il morale, nonostante l'ultimo stop subito nel triangolare di Cinquefrondi che ha messo in mostra qualche calo più che altro di concentrazione, ma la partita contro Civita è tale da non permettere distrazioni come ammette il Direttore Sportivo Teri Zuccotti: "Finalmente torniamo a fare sul serio, non vedevamo l'ora di giocare gare ufficiali. Sono queste partite che ti dicono realmente dove possiamo arrivare. Il Castellana è una compagine forte, allestita come noi, per il salto di categoria, ma non ci faremo intimorire. Proveremo a portare a casa il miglior risultato possibile, ricordandoci però che siamo solo alla prima partita di campionato, quindi calma e sangue freddo per il proseguo della stagione."



Triangolare amaro per la Cosenza Pallavolo


Va in archivio anche il Torneo delle Regioni, Memorial Carla e Michele Fidale che ha visto protagoniste le formazioni di Lagonegro, Cosenza Pallavolo e dei padroni di casa del Cinquefrondi. Dopo le belle e convincenti prove mostrate precedentemente in questa fase di preparazione, leggero passo indietro per i silani che hanno raccolto due sconfitte anche se di misura. Ad aggiudicarsi il torneo è stata la compagine del Lagonegro che ha superato sia il Cinquefrondi (2-0) che il Cosenza (2-1). Per il sestetto rossoblu in chiusura del triangolare altra sconfitta con i padroni di casa che hanno superato di misura i ragazzi del presidente Amato. Per la Cosenza Pallavolo adesso non resta che tornare ad allenarsi e prepararsi al meglio per l'esordio in campionato del 18 Ottobre contro il Civita Castellana.



Anche Fabrizio Conti è rossoblù


Ancora un'operazione sontuosa messa a segno dal Direttore Sportivo della Cosenza Pallavolo, Teri Zuccotti, che riesce a portare in riva al Crati un pezzo da 90. I silani, infatti, si rinforzano con l'arrivo di Fabrizio Conti centrale classe 1989 proveniente da Olbia. Alto 197 cm, nel suo palmares può vantare una promozione 2 anni fa dalla serie B1 alla serie A2 con Ravenna allenata in quel periodo da un certo Marco Bonitta, attuale allenatore della nazaionale italiana femminile che tanto bene sta facendo ai Mondiali. Per lui l'esordio è previsto già nel torneo triangolare che si disputerà a Cinquefrondi e che vedrà sul taraflex reggino le compagini di Cosenza Pallavolo, Lagonegro e i padroni di casa del Cinquefrondi.



Pareggio Amichevole


Finisce 2-2 l'amichevole tra la GruppoVena Cosenza e la Caffè Aiello Corigliano squadra che disputerà il campionato di serie A2 (tra le cui file militano atleti del calibro di Banderò, Hradzira e Tomasello). La GruppoVena si aggiudica terzo e quarto set con sprazzi di bel gioco, ottimo test  dunque, per coach Del Federico che ha avuto la possibilità di schierare l'intero effettivo, compreso il giovane Guerrazzi.



Derby amichevole


Nuovo test amichevole per la GruppoVena Cosenza che, questa volta, sarà di scena in quel di Cinquefrondi. Il 24 settembre dall'altra parte della rete ci saranno i "cugini" della Jolly 5frondi, guidati da mister Polimeni, squadra che può contare su alcune ottime individualità come l'ex Cosenza Pallavolo, Raffaele Burriesci, il catanese Peppe Boscaini e Claudio Cimino. Sarà un'ottima opportunità per coach Del Federico per provare diverse situazioni di gioco, contro una squadra che ci darà del filo da torcere anche in campionato.



Ottimo test


Ottimo test amichevole per la Gruppo Vena Cosenza Pallavolo che, nell'allenamento congiunto disputatosi ieri al PalaValentia, si è mostrata coesa da un punto di vista tecnico-tattico. Il tecnico rossoblù Horacio Del Federico ha messo in campo il sestetto "tipo" composto dalla diagonale Aprea - Cannistrà, Testagrossa e Smiriglia al centro, Astarita e Fontana in posto 4 e dal libero Zito. Partita equilibrata per buona parte del primo set, nel quale il Cosenza ha dimostrato di essere in possesso di un servizio particolarmente insidioso e di un'ottima difesa. Il secondo parziale si è chiuso con il punteggio di 25-15 per i padroni di casa, i quali hanno mostrato di essere una squadra costruita per la promozione in serie A1. Top scorer dell'incontro, il rossoblù Astarita con 20 punti.




Si Inizia


Dove eravamo rimasti?! Finalmente il primo settembre la GruppoVena Cosenza ha riaperto i battenti, i ragazzi hanno indossato tuta e ginocchiere e, agli ordini dei mister Del Federico, tra sedute tecniche al PalaFerraro e sedute fisiche alla Gierre Fitness Club, cominceranno a conoscersi e a sudare, con un unico obiettivo chiamato "serie A".



Sarà ancora GruppoVena Cosenza


Anche per la stagione agonistica 2014/15 il main sponsor della Cosenza Pallavolo sarà il Gruppo Vena operante nel settore della grande distribuzione. Dopo la splendida cavalcata della scorsa stagione, con il sogno promozione infranto solo in semifinale, il Gruppo Vena ha deciso di confermare la propria fiducia al sodalizio del Notaio Amato, sperando di poter coronare insieme, l'obiettivo di una città intera.



Amichevole di lusso


Prima uscita stagionale per la GruppoVena Cosenza di mister Del Federico, che sarà impegnata il 12 settembre alle ore 19.00 a Vibo contro la Tonno Callipo, per un amichevole di "lusso". Sarà un'ottima occasione sia per Horacio che per Fefè De Giorgi, per constatare il livello raggiunto dalle rispettive squadre dopo dieci giorni di lavoro, tra palazzetto e palestra-pesi.